Copyright 2024 - foglianisefestadelgrano.it

Il cartellone della festa del grano di Foglianise è quasi completato, mancano alcuni spettacoli ed eventi collaterali da definire. Figura nel pieghevole uno spaccato delle origini della tradizione, in uno spazio espositivo con immagini suggestive, che raccontano il passato, il legame indissolubile con il presente.

Una serata è stata offerta dall’Associazione Nazionale dei Carabinieri, i ragazzi del Forum Giovani di Foglianise hanno organizzato la festa della birra, non mancano, invece, i “Percorsi del Gusto”, per i visitatori e per i turisti. Di rilievo la mostra sul Grande Genio “Leonardo da Vinci”, che ha ottenuto un grande riscontro di pubblico nelle più importanti città italiane. In esposizione anche l’artigianato ed il tombolo. I falegnami già da aprile preparano le strutture, i carri nuovi sono 21, suddivisi per categorie: grandi, medi, piccoli e novità.

C'è un posto unico al mondo nel quale l'oro del grano è capace di dar vita a straordinarie opere d'arte. È Foglianise, nel cuore dell'entroterra campano dove ogni anno, il 16 agosto, passato e presente s'intrecciano per continuare a scrivere pagine dense di storia di un antico racconto proteso al futuro.

Anche per l'edizione 2018, la Festa del Grano continua il suo cammino con la presentazione dei monumenti delle Regioni d'Italia e sarà ancora una volta un luogo immateriale di grande cultura. Quest'anno al centro della kermesse ci sarà una terra straordinariamente bella e forte, dignitosa e solidale: la Regione Liguria. Una terra sottile tra le montagne e il mare, dove i borghi sulla costa contendono il primato in bellezza con quelli dell’impervio entroterra e dove, tra scogli e alture, l’uomo ha forgiato luoghi incantevoli e senza eguali.

E’ la speranza che rinasce. Quattro Regioni, un solo cuore. I suoi Battiti li sentiremo anche qui a Foglianise in questa nuova edizione della Festa de Grano che celebrerà, nel 2017, la bellezza ferita dei luoghi colpiti dal terremoto. Un viaggio nel rinomato patrimonio artistico, culturale naturalistico che lega per affinità territoriale, spirito e identità condivisa l’Abruzzo, il Lazio, le marche e l’Umbria. Grazie, sin da ora, ai maestri della paglia, per aver scelto insieme all’amministrazione comunale e al Comitato Festa, di far rivivere, e al contempo di far conoscere, i beni culturali danneggiati dal sisma del 24 Agosto e del 30 Ottobre 2016 che sono i simboli di un’identità che rischia di andare perduta.

Sponsor

f
 

area riservata


pasta rummo

Contatore Visite
174955
Visite OggiVisite Oggi101
Visite IeriVisite Ieri69
Visite SettimanaVisite Settimana300
Visite MeseVisite Mese1118
TotaleTotale174955